Scompenso cardiaco   Diagnosi   Trattamenti   Amici e caregiver   Vivere con lo scompenso cardiaco 
 

Versione stampabile

This website is certified by Health On the Net Foundation. Click to verify.
This site complies with the HONcode standard for trustworthy health information:
verify here.
Il cuore

Il cuore umano è un muscolo grande all'incirca quanto il pugno di una mano, situato al di sotto e leggermente a sinistra dello sterno. La sua funzione è quella di pompare sangue al corpo - per fornire ossigeno e sostanze nutritive alle cellule e asportarne i prodotti di scarto - e nei polmoni, dove il sangue deossigenato deposita anidride carbonica e preleva ossigeno. Un cuore sano pompa, a riposo, da 4 a 8 litri di sangue al minuto

La struttura del cuore

Il cuore è formato da quattro camere:
  • Due camere superiori più piccole (atrio destro e sinistro)
  • Due camere inferiori più grandi (ventricolo destro e sinistro) con funzione di pompa


Le camere superiori e inferiori sono separate da valvole unidirezionali che impediscono il reflusso del sangue. Il cuore è diviso in due parti, destra e sinistra, ciascuna con una funzione indipendente:

  • La parte destra del cuore riceve il sangue deossigenato dal corpo e lo invia ai polmoni per prelevare ossigeno.
  • La parte sinistra del cuore riceve il sangue ossigenato dai polmoni e lo invia al resto del corpo dove l'ossigeno viene ceduto agli organi, come il cervello e i reni.

I percorsi elettrici all'interno del cuore

In un cuore sano, ogni battito cardiaco ha inizio nel nodo del seno (il pacemaker naturale del cuore), situato nell'atrio destro. Il segnale elettrico proveniente dal nodo del seno (nodo senoatriale o SA) avvia una reazione elettrica a catena che si propaga, come increspature sulla superficie calma di un laghetto, attraverso entrambi gli atri causandone la contrazione e determinando il passaggio del sangue nei ventricoli.
La reazione elettrica a catena continua in un'area compresa fra atri e ventricoli chiamata nodo o giunzione atrioventricolare (AV). Il nodo AV trasmette gli impulsi al sistema di conduzione che invia ai ventricoli il segnale di contrarsi. Il nodo AV è una sorta di corridoio elettrico verso le camere inferiori, attraverso il quale passano i segnali che inducono i ventricoli a contrarsi per pompare il sangue in tutto il corpo.

Un'irregolarità del sistema elettrico del cuore viene definita aritmia o disturbo del ritmo cardiaco. I disturbi del ritmo cardiaco possono causare un battito troppo lento (bradicardia), troppo veloce (tachicardia), o non in sequenza (asincronia). Un'aritmia può compromettere la capacità del cuore di pompare e far circolare il sangue nel corpo e nel cervello.

La funzione del cuore

Un cuore sano è molto sensibile alle esigenze dell'organismo. Modifica il ritmo con cui pompa il sangue a seconda della richiesta di ossigeno e di sostanze nutritive del corpo. In media, in un soggetto sano, si contano 120.000 battiti del cuore al giorno.

La frequenza cardiaca normale è compresa tra 60 e 140 battiti al minuto e varia in base all'età o a seconda che il soggetto sia a riposo o sotto sforzo. Nei soggetti più giovani la frequenza cardiaca è più elevata. Durante l'esercizio fisico e lo svolgimento delle mansioni quotidiane, il cuore aumenta la frequenza per garantire un apporto sufficiente di ossigeno ai muscoli e soddisfare le esigenze dell'organismo dovute all'attività fisica. Nel giro di pochi secondi, il cuore può aumentare fino a quattro volte il volume di sangue pompato in condizioni di riposo.

Il valore utilizzato per misurare l'efficacia di pompa del cuore è chiamato frazione di eiezione (EF). La frazione di eiezione del cuore è la frazione o porzione di sangue che il cuore pompa (espelle) dal ventricolo sinistro a ogni battito cardiaco. Nei soggetti con un cuore normale e sano la frazione di eiezione è pari a 55% o superiore. Questo significa che il 55% del sangue che riempie il ventricolo sinistro viene pompato nel corpo ad ogni contrazione.

Una frazione di eiezione bassa è uno dei parametri chiave utilizzati per individuare i pazienti con scompenso cardiaco. Una EF al di sotto dei valori normali indica che il cuore non pompa efficacemente e quindi può non essere in grado di fornire una quantità di sangue sufficiente agli organi e al resto del corpo. Una frazione di eiezione bassa richiede indagini più approfondite per determinare la presenza di un rischio di complicazioni, per esempio anomalie del ritmo cardiaco.

Ultimo aggiornamento: 13.12.2004



Questo sito web e il suo contenuto sono realizzati da Medtronic Italia S.p.A. esclusivamente a scopo informativo.
Prima di utilizzare questo sito web, invitiamo l’utente a rileggere Codice etico, Condizioni di utilizzo e Informativa sulla Privacy.
Contattare il nostro Webmaster.